giovedì 26 agosto 2010

Liturgia della domenica: 29 agosto 2010


XXII Domenica del Tempo Ordinario – Anno C

Dal Vangelo secondo Luca (Lc 14, 1. 7-14)
‡ Avvenne un sabato che Gesù era entrato in casa di uno dei capi dei farisei per pranzare e la gente stava ad osservarlo. Osservando poi come gli invitati sceglievano i primi posti, disse loro una parabola: «Quando sei invitato a nozze da qualcuno, non metterti al primo posto, perché non ci sia un altro invitato più ragguardevole di te e colui che ha invitato te e lui venga a dirti: Cedigli il posto! Allora dovrai con vergogna occupare l’ultimo posto. Invece quando sei invitato, và a metterti all’ultimo posto, perché venendo colui che ti ha invitato ti dica: Amico, passa più avanti. Allora ne avrai onore davanti a tutti i commensali. Perché chiunque si esalta sarà umiliato, e chi si umilia sarà esaltato». Disse poi a colui che l’aveva invitato: «Quando offri un pranzo o una cena, non invitare i tuoi amici, né i tuoi fratelli, né i tuoi parenti, né i ricchi vicini, perché anch’essi non ti invitino a loro volta e tu abbia il contraccambio. Al contrario, quando dài un banchetto, invita poveri, storpi, zoppi, ciechi; e sarai beato perché non hanno da ricambiarti. Riceverai infatti la tua ricompensa alla risurrezione dei giusti» .

http://www.cercoiltuovolto.it/wp/2010/video/commento-al-vangelo-del-29-agosto-2010-paolo-curtaz/

http://www.cercoiltuovolto.it/wp/2010/video/commento-al-vangelo-di-domenica-29-agosto-2010-alberto-maggi/

Domenica scorsa Gesù ci ha parlato di salvezza e della porta stretta che conduce ad essa. La porta stretta/piccola, cioè a misura di bambino, dell'umile, del piccolo.
E dell'UMILTA' ci parla la liturgia di oggi: Gesù, come fa spesso, prende spunto da un fatto di vita ordinaria per trarne una lezione di vita (eterna).
Gesù và a pranzo da uno dei capi dei farisei, come a dire a casa di un grande politico, di gente che conta. La gente sta ad osservare Gesù e Gesù osserva gli invitati. E nota come tutti scelgano i primi posti: cercano di emergere, di farsi notare, di primeggiare, illusi che vivere sia vincere, prevalere, ottenere il proprio appagamento.
Gesù propone un'altra logica, quella del Regno, quella di Dio. Una logica che ha due regole fondamentali:
1- Tu vai a metterti all'ultimo posto. L'ultimo posto non è un castigo, è il posto di Dio, il posto di Gesù, venuto non per essere servito, ma per servire; è il posto di chi ama di più, di chi fa spazio agli altri.
Chi segue questa regola è l'amico di Dio, invitato da Lui a prendere un posto d'onore come per un amico intimo, caro: Amico, vieni più su, dirà allora l'ospite.
A colui che ha scelto di stare in fondo alla sala è riservato questo nome intenso e dolce: amico. Amico di Dio e degli altri. L'ha dimostrato con quel gesto che sembra dire ad ognuno dei commensali: «Tu sei più importante di me, prima vieni tu». E così si fa amico di Dio, che eternamente altro non fa che considerare ogni uomo più importante di se stesso. Lo garantisce la Croce di Cristo.
Ancora una volta questo significa far emergere la Grazia sul merito: non sono io che mi salvo con le mie opere (perchè sarò sempre immeritevole, imperfetto, tiepido), ma è Lui che mi salva/chiama/apre a prendere parte a questo banchetto nuziale.
L'arrivismo, l'orgoglio, l'autosufficienza sono ostacoli. La semplicità, l'umiltà, il rispetto della giustizia sono, invece, le condizioni ideali per l'ingresso.
La logica del Regno esige che l'uomo non si ritenga "giusto" davanti a Dio, che rinunci ad ogni pretesa di autogiustificazione.
2- L'altra regola/logica del regno (accanto all'ultimo posto) è quella di essere amico degli ultimi (e dunque amico di tutti). Prendere l'ultimo posto significa proprio dire: "Tu sei più importante di me, prima vieni tu". E' la logica della Croce.
Quando offri una cena non invitare né amici, né fratelli, né parenti, né vicini ricchi. Quando offri una cena invita poveri, storpi, zoppi, ciechi (cioè i poveri e gli emarginati), coloro che non potranno contraccambiare: è la dimostrazione, la riprova dell'amore autentico, ovvero senza calcolo, utile, interesse, vissuto invece nella gratuità, nella solidarietà.
Nel Vangelo il verbo «amare» si traduce sempre con il verbo «dare». E sarai beato perché non hanno da ricambiarti. In questa piccola frase è contenuto il doppio segreto della felicità: essa ha sempre a che fare con il dono, non può mai essere solitaria. Doni un po' di felicità a qualcuno e subito la riattingi, moltiplicata, dal volto dell'altro. E sarai beato perché c'è più gioia nel dare che nel ricevere, come molti, come forse tutti abbiamo sperimentato. E sarai beato perché agisci come agisce Dio, come chi impara l'amore senza calcolo che solo fa ripartire il motore della vita. Invita i più poveri dei poveri e assicurati che non possano restituirti niente. Vangelo stravolgente e contromano, che convoca un altro modo di essere uomini, il coraggio di volare alto, nel cielo di Dio, «il totalmente Altro che viene affinché la storia diventi totalmente altra da quello che è» (Barth), affinché la forza giovane del Vangelo sia sempre come una breccia di luce.
Letture: Siracide 3,17-20.28-29; Salmo 67; Ebrei 12, 18-19.22-24; Luca 14, 1. 7-14

martedì 24 agosto 2010

Calendario liturgico (23-29 agosto 2010)

23 LUNEDÌ 1ª set
S. Rosa da Lima (mf)
2 Ts 1,1-5.11b-12; Sal 95 (96);
Mt 23,13-22 Guai a voi, guide cieche.
R Annunciate a tutti i popoli le meraviglie del Signore.
9- Rosa
19- plurintenzionale

24 MARTEDÌ
S. Bartolomeo, apostolo (f)

Ap 21,9b-14; Sal 144 (145); Gv 1,45-51
Ecco davvero un Israelita in cui non c’è falsità. R I tuoi santi, Signore, dicono la gloria del tuo regno.
9- Annunziata-Giulio-Suor Rosaria-Manlio-Paolo- Aleandro
19- plurintenzionale

25 MERCOLEDÌ
S. Ludovico (mf); S. Giuseppe Calasanzio (mf)
2 Ts 3,6-10.16-18; Sal 127 (128); Mt 23,27-32
Siete figli di chi uccise i profeti.
R Beato chi teme il Signore.
9- Caterina
19- plurintenzionale

26 GIOVEDÌ
1 Cor 1,1-9; Sal 144 (145); Mt 24,42-51
Tenetevi pronti.
R Benedirò il tuo nome per sempre, Signore.
9- Enza
19- plurintenzionale

27 VENERDÌ
S. Monica (m)
1 Cor 1,17-25; Sal 32 (33); Mt 25,1-13
Ecco lo sposo! Andategli incontro!
R Dell’amore del Signore è piena la terra.
9- Carmela
19- plurintenzionale

28 SABATO
S. Agostino (m)

1 Cor 1,26-31; Sal 32 (33); Mt 25,14-30
Sei stato fedele nel poco, prendi parte alla gioia del tuo padrone.
R Beato il popolo scelto dal Signore.
9-
19- plurintenzionale

29 DOMENICA - 22ª DEL TEMPO ORDINARIO
Sir 3,19-21.30-31 (NV) [gr. 3,17-20.28-29]; Sal 67 (68); Eb 12,18-19.22-24a; Lc 14,1.7-14
Chiunque si esalta sarà umiliato, e chi si umilia sarà esaltato. R Hai preparato, o Dio, una casa per il povero.
7,30-
9- Enrico (anniversario)
10,30-
19- Elisa

In ricordo di Lucilla Braguglia

22.8.2010

Cara Lucilla,
silenziosamente te ne sei andata, così come silenziosamente e dolcemente vivevi accanto a noi.
La tua cordialità, la tua affettuosità, la tua accoglienza sarà ciò che più ricorderemo insieme al tuo pregare senza posa.
Ti ringraziamo del bell'esempio che ci hai dato in tutte le virtù, specialmente il tuo cuore caritatevole e gentile che si è manifestato per ciascuno di noi.
Ringraziamo Dio di averti conosciuta e siamo sicuri che tu dal Paradiso pregherai per noi.
Siamo qui tutti presenti, ci ascolti?
Ti stiamo chiamando con le nostri voci meste, ma ci consola saperti già nella gloria di Dio, accanto alla Santa Vergine Maria.
Ripeti con noi l'Ave che tante volte abbiamo detto insieme e, con questa Ave, noi ci leghiamo con te al Cuore Immacolato di Maria per sempre.

Il gruppo di preghiera
"Regina Pacis"

giovedì 19 agosto 2010

Liturgia della domenica: 22 agosto 2010

XXI Domenica del Tempo Ordinario – Anno C

Dal Vangelo secondo Luca (Lc 13, 22-30)

‡ In quel tempo, Gesù passava per città e villaggi, insegnando, mentre camminava verso Gerusalemme. Un tale gli chiese: «Signore, sono pochi quelli che si salvano?». Rispose: «Sforzatevi di entrare per la porta stretta, perché molti, vi dico, cercheranno di entrarvi, ma non ci riusciranno. Quando il padrone di casa si alzerà e chiuderà la porta, rimasti fuori, comincerete a bussare alla porta, dicendo: Signore, aprici. Ma egli vi risponderà: Non vi conosco, non so di dove siete. Allora comincerete a dire: Abbiamo mangiato e bevuto in tua presenza e tu hai insegnato nelle nostre piazze. Ma egli dichiarerà: Vi dico che non so di dove siete. Allontanatevi da me voi tutti operatori d’iniquità! Là ci sarà pianto e stridore di denti quando vedrete Abramo, Isacco e Giacobbe e tutti i profeti nel regno di Dio e voi cacciati fuori. Verranno da oriente e da occidente, da settentrione e da mezzogiorno e siederanno a mensa nel regno di Dio. Ed ecco, ci sono alcuni tra gli ultimi che saranno primi e alcuni tra i primi che saranno ultimi» .



Alberto Maggi: http://www.cercoiltuovolto.it/wp/2010/video/commento-al-vangelo-di-domenica-22-agosto-2010-alberto-maggi/

Enzo Bianchi: http://www.monasterodibose.it/index.php/content/view/3654/26/lang,it/

"La porta è stretta": non perchè Dio ami gli sforzi, le fatiche, i sacrifici. Stretta perchè è la misura del bambino ("Se non sarete come bambini non entrerete!", dell'umile, il solo capace di inchinarsi, di farsi piccolo: i piccoli e i bambini passano senza fatica. Non farti grande dei tuoi "meriti", ma bambino che si mette nelle mani del padre, che si fida della sua bontà.
Devi svuotarti dei tuoi bagagli, dei portafogli gonfi, della presunzione di avere particolari meriti, di crederti buono e giusto e dalla paura di Dio, del suo giudizio.
La porta è stretta, ma aperta. Già ora, senza rimandi aldilà. E' aperta per tanti che vengono da ogni parte del mondo e hanno accolto Dio per mille vie diverse. Accogliere Dio per far crescere la mia parte divina, per far maturare la mia umanità: più Dio equivale a più io.
La porta è stretta, ma bella: apre ad una festa, ad un banchetto imbandito, ad una folla multiculturale, variopinta, uomini diventati fratelli, senza divisioni.
Si può essere estranei a Dio pur vivendo precetti e comandamenti. Perchè non lascio che Dio entri in me. Non lascio che mi trasformi, mi cambi pensieri, emozioni, parole, gesti ("vanno in Chiesa, ma appena escono sono peggio degli altri").
Il Signore può aprire o chiudere la porta: il giudizio su ciascuno di noi spetta solo a lui. Ed è un giudizio che svelerà la verità profonda della nostra vita, la realtà della nostra comunione vissuta o meno con Cristo, ossia il nostro aver amato o no gli altri come lui li ha amati (cf. Gv 13,34; 15,12), gli altri in cui lui è presente (cf. Mt 25,31-46). Questo è ciò che conta, non la garanzia che pretendiamo di acquisire in virtù della nostra appartenenza ecclesiale («Tu, Signore, hai insegnato nelle nostre piazze»), o della nostra partecipazione al sacramento dell’eucaristia («Abbiamo mangiato e bevuto in tua presenza»). Se non viviamo l’amore oggi, non servirà a nulla nell’ultimo giorno bussare alla porta e implorare: «Signore, aprici!»; allora ci sentiremo rispondere: «Non vi conosco, non so di dove siete … Allontanatevi da me, voi tutti operatori di ingiustizia!». Ed è questa la sola cosa che dobbiamo realmente temere.

domenica 15 agosto 2010

calendario liturgico (15-22 agosto 2010)

CALENDARIO LITURGICO
15-22 Agosto 2010


DOMENICA 15 agosto: ASSUNZIONE DELLA B. V. MARIA (s)
V • 1 Cr 15,3-4.15-16; 16,1-2; Sal 131 (132); 1 Cor 15,54b-57; Lc 11,27-28 Beato il grembo che ti ha portato! R Sorgi, Signore, tu e l’arca della tua potenza. / G • Ap 11,19a; 12,1-6a.10ab; Sal 44 (45); 1 Cor 15,20-27a; Lc 1,39-56 Grandi cose ha fatto per me l’Onnipotente: ha innalzato gli umili.
7,30- Licinio
9- Hermes- Fernanda
10,30- Maria
19- Romano- Assunta- Guglielmina
(Ventesima settimana del Tempo Ordinario)

LUNEDÌ 16 agosto
Ez 24,15-24; C Dt 32,18-21; Mt 19,16-22
Se vuoi essere perfetto, vendi quello che possiedi e avrai un tesoro nel cielo.
R Hai dimenticato Dio che ti ha generato.
9- Maria Giovanna- Rocco- Michele
19- plurintenzionale

MARTEDÌ 17 agosto
Ez 28,1-10; C Dt 32,26-36; Mt 19,23-30
È più facile che un cammello passi per la cruna di un ago, che un ricco entri nel regno di Dio. R Il Signore farà giustizia al suo popolo. Opp. Salvaci, Signore, per la gloria del tuo nome. 17
9- Gino
19- plurintenzionale

MERCOLEDÌ 18 agosto
Ez 34,1-11; Sal 22 (23); Mt 20,1-16
Sei invidioso perché io sono buono?
R Il Signore è il mio pastore: non manco di nulla. 18
9- Mauro ed Augusto
19- plurintenzionale

GIOVEDÌ 19 agosto
S. Giovanni Eudes (mf)
Ez 36,23-28; Sal 50 (51); Mt 22,1-14
Tutti quelli che troverete, chiamateli alle nozze. R Vi aspergerò con acqua pura e sarete purificati. 19
9- Armando- Laura- Armandino- Lauretta
19- plurintenzionale

VENERDÌ 20 agosto
S. Bernardo (m)
Ez 37,1-14; Sal 106 (107); Mt 22,34-40
Amerai il Signore tuo Dio, e il tuo prossimo come te stesso. R Rendete grazie al Signore, il suo amore è per sempre. 20
9- Cesare- Giacomina- Mario
19- plurintenzionale

SABATO 21 agosto
S. Pio X (m)
Ez 43,1-7a; Sal 84 (85); Mt 23,1-12
Dicono e non fanno. R La gloria del Signore abiti la nostra terra. Opp. Risplenda in mezzo a noi, Signore, la tua gloria. 21
9- Elsa e Mario
19- plurintenzionale

DOMENICA 22 agosto
21ª DEL TEMPO ORDINARIO
Is 66,18b-21; Sal 116 (117); Eb 12,5-7.11-13; Lc 13,22-30
Verranno da oriente e da occidente e siederanno a mensa nel regno di Dio.
R Tutti i popoli vedranno la gloria del Signore. 22
1ª set
7,30- Umberto
9- Giorgio
10,30- Gregorio e Maria
19- Luigi (anniversario)

giovedì 12 agosto 2010

Cinema d'estate

Prossime proiezioni
(Sala Giovanni Paolo, via M.Quadrio, 23
ogni martedì, ore 21):

Martedì 17 agosto:
HAPPY FAMILY
Di Gabriele Salvatores
Con Fabio De Luigi, Diego Abatantuono, Fabrizio Bentivoglio, Margherita Buy
Commedia, durata 90 min. - Italia 2010
Commedia umana da ridere e da piangere, divertente, intelligente, imprevista, colorata, persino ottimista.


Martedì 24 agosto:
L’UOMO NELL’OMBRA
Di Roman Polanski
Con Ewan McGregor, Pierce Brosnan
Thriller, durata 131 min.

Grest 2010: Sottosopra




Grest 2010: SottoSopra
16 Giugno - 2 Luglio
Dalla 2aelementare alla 2a media

dalle 8:30 alle 12:00
(con possibilità di fermarsi al PRANZO dalle 12 alle 15)
dalle 15:00 alle 17:30


Gli “INGREDIENTI” principali di un GREST
* I bambini… la loro voglia di giocare, divertirsi, stare insieme, imparare…
* Gli animatori… adolescenti che si mettono al servizio dei più piccoli con il loro entusiasmo, la gioia di vivere…
* I giochi… tanti, vecchi e nuovi, in oratorio o nelle ville comunali, con il pallone, con l’acqua, con tanta fantasia, ma soprattutto fatti insieme, imparando a vincere e a perdere…
* Il tema… cioè un messaggio da dare: “come in cielo, così in terra”: trasformare la nostra terra in cielo accogliendo, condividendo e armonizzando le nostre differenze...
* I balli, le recite, le attività manuali… finalizzate a far passare il messaggio di quest’anno…
* La piscina: appuntamento sempre atteso per passare delle giornate in un parco acquatico tranquillo e divertente…
* La preghiera… fatta insieme, all’aperto, cercando di sperimentare che non è una cosa noiosa se…
* L’ambientazione… il nostro oratorio trasformato per l’occasione in un luogo favoloso e insieme familiare: una seconda casa, comune a tutti, dove tentare di vivere come fratelli!

Liturgia della domenica: 15 agosto 2010


Assunzione della B.V.Maria


Commento al Vangelo del 15 agosto 2010 – Assunzione della Beata Vergine Maria – Paolo Curtaz
Assunzione della Beata Vergine Maria (Messa del Giorno) (15/08/2010) Vangelo: Lc 1,39-56 Ferragosto: l’inizio della fine dell’estate. Dalle mie parti questo giorno segna la fine della brevissima estate: dopo il...
Leggi Tutto


Commento al Vangelo di domenica 15 agosto 2010 – Alberto Maggi
Padre Alberto Maggi commenta il Vangelo di domenica prossima, Assunzione della Beata Vergine Maria (www.studibiblici.it). Lc 1, 39-56 Dal Vangelo secondo Luca In...
Leggi Tutto

mercoledì 11 agosto 2010

Informazioni sulla Parrocchia

e-mail: SantaMariaReginaPacisaMonteverde@VicariatusUrbis.org

Settore Ovest - Prefettura XXX - Quartiere Gianicolense - 16º Municipio

Titolo presbiterale: Card. Francisco ÁLVAREZ MARTÍNEZ

Affidata a: Canonici Regolari dell’Immacolata Concezione (C.R.I.C.): http://www.cricitalia.com/

Incaricati attuali:[data nomina N. Decreto data inizio data fine ]


Parroco:P. Livio ROZZINI (C.R.I.C.) [ 03/09/2006 1490/06 03/09/2006 ]Vicario Parrocchiale:P. Stefano LIBERTI (C.R.I.C.) [ 28/07/2009 1175/09 01/09/2009

Diacono Permanente:Diac. Carlo TROIANO [ 22/11/2003 22/11/2003 ]