domenica 29 luglio 2012

La comunità Cric: nuovo Consiglio e indicazioni dal Capitolo


consiglio generale

la comunità

Il nuovo Consiglio Generale eletto dal Capitolo Generale si è riunito per la prima volta il giorno martedì 10 luglio 2012.

Attorno al Superiore Generale eletto, Padre RICCARDO BELLERI, si sono riuniti: Padre RINALDO GUARISCO, Vicario Generale, e i Padri Consiglieri: GIAMPAOLO TORTELLI (anche segretario), ULISES PEREZ e DARIO FRATTINI.

Nomine: p. GIORGIO GIOVANNINI, Procuratore; p. TARQUINIO BATTISTI: economo generale, archivista e rappresentante legale.
Delegati al Consiglio Primaziale CRSA, p. Angelo Segneri e p. Allan Jones (supplente)

Animatori delle Comunità Territoriali:  
  • Perù: p. Juan Atarama.
  • Brasile: p. Giuseppe Chiarini.
  • California: p. Pasquale Vuoso.
  • Italiana: p. Gianbruno Chitò.
Altre deliberazioni:
  • fr. Rediberto Lazo viene ammesso a ricevere  i Ministeri del Lettorato e dell’Accolitato.
  • fr. Ryan Wolford è chiamato all’Ordine del Diaconato.
  • Christopher Allan Reeve viene ammesso alla sua prima professione.
  • Il postulante Roger Proulx, è ammesso al Noviziato, che si terrà nella dom Gréa House con inizio dal 15 agosto 2012
  • Per il momento l’unico cambiamento riguarda la parrocchia di San Giulio ove Padre Riccardo lascia per trasferirsi in Casa Generalizia. Al suo posto, Padre Dario Frattini è presentato al Cardinal Agostino Vallini, Vicario di sua Santità per la diocesi di Roma, come parroco per la parrocchia di San Giulio
  • p. Luigi Franchini: coordinatore della pastorale giovanile e vocazionale della comunità territoriale italiana CRIC e
  • p. Gianbruno Chitò: coordinatore delle iniziative riguardanti gli “Amici CRIC” in Italia.
  • p. Agostino Panelli, in collaborazione e stretto contatto con l’Economo, è chiamato a seguire le pratiche riguardanti i progetti di Temù e Ponte di Legno.
  • Erasmo Fierro: a settembre verrà accolto nella Casa Generalizia di Roma.
  • Il Padre Generale rende noto che per quanto riguarda la pubblicazione del Bollettino CRIC, “La voce della comunità”, sono stati affiancati all’attuale redazione i Padri Lorenzo Rossi e Clemente Treccani.
  • Il Superiore Generale mette al corrente che dal 1 al 5 ottobre 2012, presso l’Abbazia di Novacella,  avrà luogo la settimana di studi su Sant Agostino all’interno della quale si terrà anche il Consiglio Primaziale.Secondo le indicazioni capitolari, il Consiglio, chiedendo a tutti uno sforzo comune nella disponibilità a fare principalmente un cammino spirituale di crescita comunitaria, vuole ora provare a dare alcune linee guida soprattutto per il primo anno nel quale siamo chiamati a “qualificare le relazioni fraterne con nuovi percorsi di comunione”. a) La prima indicazione pratica riguarda la realizzazione presso ogni comunità locale di un “progetto comunitario” (non obbligatoriamente rigido ma il più realisticamente “possibile”) che impegni la piccola comunità nei suoi momenti comuni di preghiera giornaliera, condivisione dei pasti, di scambio fraterno e progettazione-verifica delle varie attività. Sarebbe bello partire a settembre con un progetto scritto e poi verificarne la fattibilità e l’utilità… strada facendo. Il Padre Generale si incaricherà di verificarne l’attuazione e l’utilità.
    b) La seconda riguarda il cammino di formazione per l’intera comunità, secondo il progetto comunitario CRIC 2012-2018. Per questo primo anno è stata fatta la scelta di farci aiutare da un esperto (a Roma), con lui realizzare schede, con cadenza possibilmente mensile (da ottobre a maggio), da far pervenire a tutti e sulle quali lavorare secondo il metodo settimanale proposto nel documento capitolare. Anche qui, come per il cammino pre-capitolare, si è pensato di prendere come riferimento un testo biblico molto significativo: Gv. 21,1-19 caratterizzato dalla domanda che Gesù rivolge a Pietro  “Mi ami tu?”. Lo scopo di tutto ciò è quello di lasciarci educare dalla Parola, ovunque il Signore ci chiami, ad essere suoi veri testimoni.
    Saranno i superiori locali a farsi promotori in prima persona di queste iniziative ed a stimolare la piccola comunità a portarle avanti con costanza. Le case di riferimento siano poi il punto di confronto, condivisione, stimolo e verifica di quanto man mano può e deve diventare dono reciproco.

    Il Padre Generale, trattati tutti gli argomenti previsti per questo Consiglio, lo dichiara ufficialmente terminato ed indice il prossimo per martedì 15 gennaio 2013.

mercoledì 11 luglio 2012

Il campo degli animatori a Valtopina (16-22 luglio)


Ecco la casa che ospiterà il campo dei ragazzi delle Superiori. Di seguito alcune info:
Partenza il giorno 16, appuntamento alle ore 9 (puntuali) alla stazione Termini, ingresso principale; ritorno il giorno 22 alle ore 21 (sempre a Termini).

Costo: 190 euro, da pagare in settimana in parrocchia o il giorno della partenza per chi non può passare.

IMPORTANTE: un' autorizzzazione scritta dei genitori.
Occorrente: sacco a pelo o lenzuola, torcia, borraccia, costume, tessera sanitaria (anche in fotocopia va bene), zaino per passeggiate, scarpe comode, K-way, un paio di felpe o maglioncini (siamo a 600 m di altezza, ma non si sa mai). E poi, tanta voglia di divertirvi e di mettervi in gioco.

Saremo in 30 circa: 23 ragazzi e uno staff di 8 persone.

Scout: campi estivi e un Alfiere della Repubblica

immagine descritta in didascalia
Il Presidente Napolitano il 1° giugno ha conferito a nove ragazzi il titolo di Alfiere della Repubblica. Tra questi anche il nostro Andrea (secondo da sinistra) con la seguente motivazione:
Andrea Sorrentino, 18 anni - Per aver affiancato ad un eccellente profitto scolastico una lunga e intensa attività giornalistica, in particolare su temi di natura etica, culminata nella vittoria del concorso nazionale «Giornalisti in erba».
Roma

PROGRAMMA CAMPI ESTIVI:
CAMPI ESTIVI
Lupetti 16 - 21 luglio: Vacanze di Branco a Bazzano Superiore (Spoleto - PG)
Esploratori 14- 29 luglio: Campo Estivo al Lago di Campotosto (AQ)
Coccinelle 22 - 28 Luglio: Volo estivo a Staffoli (Petrella Salto - RI)
Guide 21 - 29 luglio: Campo Estivo a Giulianello (LT)
Scolte e Rover 4 - 12 agosto: Campo Nazionale Rover e Route Nazionale Scolte nel Parco Naturale delle Dolomiti Friulane

martedì 10 luglio 2012

Il racconto di un grest che assomiglia anche al nostro

Se in vacanza i ragazzi riscoprono l’oratorio
di Jenner Meletti e Vera Schiavazzi La Repubblica, 9.6.12

San Zeno sul Naviglio (Brescia) - Gianni, anni 11, cerca di spiegare il gioco del “generale”. «Allora c’è questo generale che può uccidere tutti e c’è la spia che può uccidere solo il generale. Devi capire chi è la spia, così ammazzi il generale e vinci». C’è un sole che spacca, ma bambini e ragazzi corrono, gridano, si strappano foulard che sono bandiere, ridono o si arrabbiano quando a vincere è l’altra squadra. Oratorio San Giovanni Bosco, 150 bimbi dalla prima elementare alla terza media, divisi in quattro “colori” - ci sono i verdi, i rossi, i gialli e i blu - e otto gruppi. Un colpo di fischietto e tutti si fermano. «Ragazzi, adesso cantiamo l’inno». Tutti sotto un tendone, i più piccoli davanti. «Stiamo andando a giocare, a giocare sul prato / sotto il cielo dorato nel cielo più blu / stiamo andando a cantare, a cantare nel coro / un accordo maggiore che è molto migliore / se canti anche tu». Mani in alto, giravolta, mani avanti, giravolta, un abbraccio a chi è vicino, mani dietro, giravolta… Una giornata in oratorio, nell’anno del boom. In questa estate africana sono almeno un milione e 500.000 i ragazzi che frequentano i Grest (gruppi estivi), i Cre (centri ricreativi estivi) e le Er (Estate ragazzi). Nomi diversi per quelle che un tempo erano semplicemente “le vacanze dal prete” e che adesso sono molto cambiate, o forse no. I primi ragazzi, qui a San Zeno - cinquemila abitanti e un record di partecipazione alla Messa del 30% - arrivano alle 7,30. «Apriamo il cancello - racconta don Andrea Giovita, 30 anni, vice parroco - ai figli di chi va a lavorare. Ma le attività cominciano alle 9». Subito una “scenetta”, che si sviluppa giorno dopo giorno. Si parla di un re che regna su due paesi che non vanno d’accordo fra di loro. E allora il re finge di essere stato rapito e tutti si impegnano per liberarlo. «Così si insegna che solo lavorando assieme si fanno cose buone». Giochi, balli e canti fino alle 12, ora di pranzo.